I VINCITORI

Sezione Singola

Primo Classificato

Gennaro Galdi – La Classe

Commento tecnico della giuria

L’autore ha contribuito al tema focalizzando con uno scatto la problematica dell’istruzione tanto  sentita e discussa. Una scena familiare, colta da un occhio attento, ritrae la dedizione di una madre su un balcone emblematica delle restrizioni che stiamo vivendo. La decisione della tecnica del bianco e nero rinforza e ben rappresenta  la gravità del momento e della pandemia.

Secondo Classificato

Elisa De Chiara – La città bidimensionale

Commento tecnico della giuria

Una strada vuota, dai colori tenui, rappresenta l’intento dell’autore a ritrarre una città priva di vita in cui vince solo il grigio e il cemento. Ma può essere anche interpretata come una città  che sta per risvegliarsi e quindi trasmettere la voglia e la speranza di una ripresa. Due risvolti che ben descrivono uno stesso momento: assenza e voglia di vita. Un’unica inquadratura, tecnicamente ben centrata, propone sentimenti e situazioni che stiamo vivendo

Terzo Classificato

Pierfrancesco Laudisio – La nuova moda

Commento tecnico della giuria

La mascherina, simbolo della pandemia, per quanto scontata in questo scatto riporta ad una realtà che richiede si nuove regole, ma il contesto raccolto dall’autore la propone quasi con ironia. I colori vivaci e luminosi sono un invito al rispetto della prudenza ,ma senza dimenticare la voglia di vivere.

Sezione Multipla

Classificato

Claudia Ferri – Passato, presente e futuro

Commento tecnico della giuria

Una modella dietro le sbarre riproduce l’impotenza, la voglia di non potersi mostrare,  un filtro sul quotidiano. Uno scatto in cui l’autore riporta, forse anche il proprio malessere, ma soprattutto l’improvvisa e forzata caduta delle relazioni. Un gioco di luci ed ombre che ben rappresentano il momento.